Welcome letter

Caro/a collega,

sono lieto di presentarti il Corso dal titolo "Everything you need to know about knee ligament reconstruction
that is not a simple anterior cruciate ligament" nella sua seconda edizione. Come dedurrai dal titolo del Corso,
lo scopo di queste due giornate è affrontare il problema della Ricostruzione del Legamento Crociato Anteriore
(LCA) da un altro punto di vista.

Nella prima giornata si parlerà di instabilità rotazionale, lesioni multilegamentose e patologie asscociate alle
lesioni del LCA, come lesioni meniscali e cartilagine. Per molte sessioni sono previste anche delle "re-live
surgery" tenute da chirurghi esperti che mostreranno le tecniche chirurgiche da loro utilizzate e il relativo
razionale.

La seconda giornata e divisa in due parti. Nella prima parte si affronterà il problema delle ricostruzione del
LCA nel paziente pediatrico, con una carrellata delle diverse tecniche chirurgiche e le "re-live surgery" degli
esperti. A seguire verrà affrontato il problema dei fallimenti delle ricostruzioni del LCA, sempre più rilevante
considerando l’aumento anche delle ricostruzioni primarie. La mattinata si concluderà parlando del ruolo
delle osteotomie nelle instabilità.

Il Corso si concluderà con un’ampia sezione dedicata all’aspetto riabilitativo, che coinvolgerà sia i riabilitatori
che i medici dello sport, e che riveste un’importanza almeno pari all’aspetto chirurgico nel paziente sportivo
affetto da lesione legamentosa.

Il Corso è suddiviso in relazioni e "re-live surgery", così da dare al partecipante sia i più recenti dati della
letteratura sia il punto di vista di colleghi esperti nelle ricostruzioni legamentose. La presenza anche di
un’ampia sezione circa la riabilitazione rende il Corso utile non solo ai chirurghi ortopedici, ma anche ai
riabilitatori e ai Medici dello Sport, tutte figure coinvolte nel percorso diagnostico-terapeutico dei pazienti
affetti da lesioni legamentose, siano esse semplici o complesse.

Spero di vederti a Torino per poter dar vita ad un bel confronto su queste tematiche sicuramente di grande
interesse ed attualità.

Roberto Rossi

Direttore SCDU Ortopedia e Traumatologia

AO Ordine Mauriziano